Agsm Aim, le sfide green: «La sostenibilità al centro dei nostri piani industriali»

Le riflessioni del consigliere delegato Stefano Quaglino 31 lug 2022
Il presidente di Agsm Aim Stefano Casali con il consigliere delegato Stefano Quaglino Il presidente di Agsm Aim Stefano Casali con il consigliere delegato Stefano Quaglino

Le sfide derivanti dalla transizione energetica e dall’attualità e gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 hanno accentuato la sensibilità sullo sviluppo sostenibile per far sì che diventi un modello di fare impresa in grado di garantire resilienza, efficacia e flessibilità nel lungo termine. «Agsm Aim ha presentato un piano industriale al 2024 dove la sostenibilità rappresenta uno dei principali obiettivi per il suo sviluppo futuro», spiega Stefano Quaglino, consigliere delegato del Gruppo. «Un piano in cui la parte preponderante degli investimenti complessivamente previsti saranno destinati alla generazione elettrica 100 per cento da fonti rinnovabili, allo sviluppo dell’economia circolare, all’estensione del servizio di teleriscaldamento, a investimenti sulle reti gas e di energia elettrica e all’incremento dei servizi smart, a beneficio del territorio». «Nel 2021 Agsm Aim ha realizzato investimenti pari a 84 milioni di euro», commenta Quaglino, «che hanno interessato soprattutto la digitalizzazione delle reti dell’energia e del gas, il settore ambiente, l’ampliamento dei servizi innovativi e smart e l’efficientamento dell’illuminazione di strade e città, sempre nell’ottica di migliorare la qualità della vita dei cittadini e, più in generale, delle nostre comunità e nel rispetto dell’ambiente».

Gli investimenti di Agsm Aim permettono di generare benefici diretti a favore dell’economia dei territori, delle filiere produttive e dell’occupazione. Basti pensare che nel corso del 2021, il Gruppo ha emesso ordini a favore di 19.504 fornitori, di cui il 41 per cento locali. L’infrastruttura di distribuzione di gas ed energia elettrica, nella quale Agsm Aim prevede di investire 240 milioni di euro, riveste particolare importanza nel piano industriale al 2024. L’elettrificazione dei consumi e la decarbonizzazione comporteranno, infatti, la necessità di adeguare le reti gas all’utilizzo del cosiddetto multigas (ossia non solo gas naturale, ma anche biogas), mentre le reti elettriche dovranno far fronte a una crescente richiesta di potenza, conseguenza della graduale sostituzione dell’utilizzo del gas con l’elettricità per il riscaldamento e della diffusione della mobilità elettrica. Lo scorso anno, l’energia prodotta da Agsm Aim grazie alle fonti rinnovabili è stata di 320.744 MWh con una predominanza di idroelettrico ed eolico.

Un valore che il Gruppo prevede di incrementare significativamente, destinando circa 140 milioni di euro di investimenti all’incremento della capacità installata da fonti rinnovabili. Importanti investimenti sono previsti anche nel teleriscaldamento. In particolare, sarà estesa la rete nelle città di Verona e Vicenza con un incremento dell'energia termica venduta di circa 300 GWh termici. Sarà poi migliorata l’efficienza impiantistica delle centrali di cogenerazione e verrà valorizzata la fonte geotermica disponibile nella città di Vicenza. Un altro importante obiettivo è lo sviluppo dell’economia circolare con il rafforzamento impiantistico che permetterà di ottimizzare la gestione dei flussi di rifiuti e raggiungere l’autonomia di trattamento e riciclo. Il gruppo prevede, tra gli altri progetti, la trasformazione dell’impianto di Ca’ del Bue in una piattaforma di eccellenza per il trattamento e la trasformazione della materia. Ca’ del Bue rappresenterà un cluster virtuoso in grado di generare valore per il territorio. Infine, grazie alla digitalizzazione, saranno implementati sistemi di raccolta dei rifiuti intelligente con l’applicazione di sensori nei cassonetti dei rifiuti, IoT Internet of Things. Questo consentirà all’azienda di essere a conoscenza dell’effettivo riempimento, ottimizzando così i flussi di raccolta.

Contenuti correlati

Un progetto di
Main partner
Partner
Media Partner