Di D.P.

Il lavoro rappresenta il punto più dolente Bassa occupazione e stipendi inferiori

IN ITALIA 05 lug 2021

Il lavoro è il punto più dolente della condizione femminile in Italia. Il tasso di occupazione è tra i più bassi in Europa, per le età comprese tra i 20-64 anni è pari al 51,6% rispetto alla media Ue del 65,3%. A parità di mansioni, le donne percepiscono stipendi significativamente inferiori. Per ciò che concerne l'eliminazione della violenza contro le donne (Target 5.2) i dati indicano la stabilità di femminicidi e stupri, in aumento la gravità degli abusi. A tale proposito il governo ha portato la dotazione per il "Piano d'azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere" a 10 milioni di euro annui per il triennio 2017-2019. Per assicurare una piena ed effettiva partecipazione e pari opportunità di leadership a tutti i livelli (Target 5.5) negli ultimi anni sono stati raggiunti alcuni risultati positivi sulla rappresentanza a livello locale, anche se permangono squilibri di genere in molte giunte comunali, con solo il 18% di consigliere nelle ultime elezioni del 2015. Nello scorso governo le titolari di dicasteri sono scese al 27,78%, nel precedente erano il 50%, le viceministre sono il 14,29% , mentre tra i sottosegretari il 31,43% è donna. Se le deputate sono il 31% del totale, solo il 19% degli incarichi di peso è assegnato a donne. La quota delle consigliere nei cda delle imprese quotate in Borsa e a partecipazione pubblica è aumentata grazie alla Legge 120/2011 dal 4,5% del 2004 al 30,3% del 2016, portando l'Italia sopra la media europea. Rimane insufficiente il sostegno alla maternità: il 30% delle madri che hanno un lavoro lo interrompe alla nascita del figlio. Per ciò che concerne la salute sessuale e riproduttiva delle donne e i diritti riproduttivi (Target 5.6) l'Italia è uno dei fanalini di coda dell'Europa, attestandosi di 18 punti sotto la media europea per l'uso di anticoncezionali moderni. Solo il 17,6% delle donne usa la pillola contraccettiva, media europea del 21,3%.

In collaborazione con